Herpes

L’herpes è causato dal virus Herpes simplex, di cui esistono due tipi: il tipo 1 causa soprattutto l’herpes labiale, il tipo 2 è la principale causa dell’herpes genitale. Tuttavia, entrambi i virus possono causare infezioni in linea di massima in tutte le parti del corpo. L’herpes è molto diffuso: il 90 per cento circa della popolazione adulta è portatore del virus di tipo 1, il 10–30 per cento del virus di tipo 2.

Come si trasmette?

L’herpes si trasmette per contatto con il liquido contenuto nelle vescicole, che compaiono soprattutto sulle labbra, sulle labbra vulvari, sul glande e sull’ano. Il pericolo di contagio è più elevato in presenza di vescicole o ulcere, tuttavia non è da escludere neppure in assenza di questi sintomi.

Quali possono essere i sintomi e le conseguenze?

L’herpes si manifesta con la comparsa di vescicole che provocano prurito o bruciore principalmente nella cavità orale, sulle labbra o nella regione genitale. Le vescicole causano prima prurito, poi dolore. Quando scoppiano, lasciano sulla mucosa ferite dolorose, chiamate anche «ulcere» o spesso, se sono in bocca, «afte». Inoltre possono manifestarsi dolori alla minzione, un rigonfiamento dei linfonodi, febbre e dolori locali. Tuttavia, un’infezione può essere anche asintomatica. Nella maggior parte delle persone infette il virus dell’herpes non ha gravi conseguenze sulla salute. In rari casi, soprattutto se il sistema immunitario è debole, possono comparire gravi problemi di salute, ad esempio la meningite.

La prima infezione è spesso quella più fastidiosa. Una volta contratta l’infezione, il virus rimane nel corpo per tutta la vita. Fattori esterni, come lo stress, possono riattivarlo e i sintomi possono di nuovo manifestarsi.

Come viene diagnosticato?

Di norma, il medico è in grado di riconoscere l’herpes semplicemente a vista. A volte viene inoltre effettuato uno striscio, poi sottoposto a esame.

Come viene trattato?

L‘herpes non può essere guarito, ma è possibile trattarne i sintomi, solitamente con medicamenti antivirali. Ciò consente di ridurre la frequenza e la durata degli attacchi. Quando insorge un herpes, occorre iniziare subito il trattamento in modo da ottenere la massima efficacia.

Come prevenire una (re)infezione?

Le vescicole e le ulcere non dovrebbero essere toccate. Se dovesse succedere, occorre lavare bene le mani. Una persona affetta da herpes labiale dovrebbe evitare di baciare o di praticare qualunque forma di sesso orale attivo. In caso di vescicole o di ulcere nella regione genitale, sono da evitare rapporti sessuali che comportino il contatto con esse. In poche parole: meglio starne alla larga.

In caso di insorgenza dei sintomi con una frequenza superiore a sei volte l’anno, si consiglia di consultare il medico sull’opportunità di una cura preventiva con medicamenti antivirali.

Fonte : Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), lovelife.ch