Desiderio di avere un bambino

Un’infezione da HIV non è più un motivo per rinunciare ad avere un bambino. Grazie alla terapia antiretrovirale l’aspettativa e la qualità di vita delle persone sieropositive è infatti aumentata notevolmente. Inoltre, adottando le misure adeguate, il rischio di contagiare il partner o il bebè può quasi sempre essere evitato.

Babyfuss kemai / photocase.de

Concepimento
Al momento del concepimento si tratta di evitare la trasmissione del virus al partner o alla partner. Se il partner o la partner sieropositivo/a segue una terapia efficace la fecondazione può avvenire in maniera naturale, ovvero mediante rapporto sessuale senza preservativo.

Gravidanza
È importante che la gravidanza venga seguita attentamente da uno specialista per evitare una trasmissione del virus dalla madre al bambino. Ciò è oggi sempre possibile seguendo il corretto trattamento medico.

Parto e allattamento
Se al momento del parto una donna incinta sieropositiva segue una terapia efficace, può in genere partorire in maniera naturale. In caso contrario viene effettuato un taglio cesareo al fine di evitare un contagio da HIV.

Secondo le ultime raccomandazioni della Commissione federale per la salute sessuale una donna sieropositiva che segue una terapia efficace può allattare il proprio bebè, a condizione di sottoporsi regolarmente a un test ed essere affiancata da uno specialista.

(Quelle: mediaplanetCH)