Vita di coppia e sessualità

La diagnosi «sieropositivo» non significa dover rinunciare alle relazioni e al sesso. Potete infatti continuare a vivere una sessualità appagante. Scoprite qui come proteggere il vostro/la vostra partner da un contagio da HIV.

~mya~ / photocase.com

Regole di safer sex

Le regole di safer sex evitano in modo sicuro un contagio da HIV e proteggono in modo efficace dalle altre malattie veneree:

  • Sesso vaginale e anale con il preservativo. 

La terapia protegge dall’HIV

In linea di massima, le persone sieropositive non sono più contagiose se seguono regolarmente una terapia antiretrovirale e la loro carica virale non è più rilevabile. Possono quindi avere rapporti sessuali non protetti senza timore di contagiare il proprio partner. Purtroppo, i farmaci contro l’HIV non proteggono dal contagio da altre malattie veneree.

Chi deve proteggere chi da cosa?

Proteggersi da un eventuale contagio da HIV in una relazione fissa con una persona sieropositiva è responsabilità di entrambi i partner, che decidono insieme se preferiscono proteggersi dall’HIV praticando sesso sicuro o seguendo una terapia efficace. Tuttavia, in Svizzera le persone sieropositive che fanno sesso non protetto possono ancora essere perseguite penalmente.

Per le persone sieropositive le malattie sessualmente trasmissibili comportano particolari rischi per la salute:

  1. le malattie sessualmente trasmissibili hanno spesso un decorso più grave e sono più difficili da curare;
  2. le malattie sessualmente trasmissibili possono aumentare il rischio di contrarre o trasmettere l’HIV.

Con i partner occasionali è quindi imperativo osservare le regole del safer sex. I rapporti sessuali non protetti sono infatti troppo insicuri poiché non sempre sappiamo se il partner sessuale è sieropositivo, ha contratto un’altra malattia sessualmente trasmissibile o segue una terapia contro l’HIV. Ognuno deve assumersi la responsabilità di proteggersi dall’HIV o dalle altre malattie sessualmente trasmissibili e non deve delegare tale responsabilità ad altri.

Droga, sesso e HIV

Le droghe possono incrementare la libido, ridurre le inibizioni e aumentare l’intensità del momento. Il loro consumo può tuttavia anche comportare una perdita del controllo. Sotto l’influsso di sostanze stupefacenti diventa spesso più difficile proteggere se stessi o gli altri da un contagio da HIV.

Per le persone sieropositive il consumo di droga rappresenta quindi un ulteriore rischio per la salute. La combinazione di alcuni medicinali contro l’HIV e l’uso di droghe può infatti avere effetti negativi se non addirittura pericolosi. È pertanto molto importante informare il medico curante dell’eventuale assunzione di droghe al fine di evitare interazioni ed effetti collaterali indesiderati.