Protezione dei dati/Diritti dei pazienti

L’informazione su un’infezione da HIV è uno dei dati personali considerati degni di particolare protezione. Non esiste nessun obbligo all’informazione, nemmeno nei confronti del personale medico. In alcune situazioni un chiarimento può tuttavia essere utile.

Se mi reco dal dentista devo rispondere in modo veritiero alla domanda sullo stato di sieropositività riportata nel modulo sullo stato di salute?

No, poiché se il dentista rispetta le normali regole di igiene, non sussiste nessun pericolo di contagio e quindi nessun obbligo all’informazione.

Attenzione: se un trattamento richiede un’anestesia o l’assunzione di medicinali è nel proprio interesse informare il dentista in modo esaustivo in merito allo stato di salute e all’eventuale assunzione di medicinali.

Nel caso di un’operazione devo informare il medico sulla mia sieropositività?

Non esiste l’obbligo di comunicare ai medici il proprio stato di sieropositività poiché, se osservano le normali regole di igiene, non sussiste praticamente nessun pericolo di contagio. Prima di un intervento il team di anestesia effettua regolarmente un controllo sullo stato di salute del paziente e gli chiede se assume dei farmaci. Il chiarimento dell’attuale stato di salute serve a ridurre al minimo i rischi dell’anestesia. In questi casi consigliamo pertanto di rispondere in modo veritiero poiché il silenzio o una falsa informazione possono mettere in pericolo il paziente.