Aspetti medici

Dopo la diagnosi di sieropositività è necessario informarsi sul decorso dell’infezione e sulle coinfezioni nonché conoscere gli indirizzi di medici competenti che effettuano regolarmente dei controlli. Inoltre, poiché la diagnosi comporta spesso un forte disagio psicologico è molto importante cercare un sostegno professionale. Le antenne regionali di aiuto Aids vi aiutano a trovare medici specializzati e terapeuti adeguati.

Diagnosi di sieropositività

La diagnosi di sieropositività è affidabile solo dopo un secondo test di conferma e non fornisce informazioni sullo stato di salute attuale né significa che la persona in questione è già ammalata o si ammalerà in futuro di Aids.

Ulteriori informazioni

Decorso dell’infezione

Se non trattata, un’infezione da HIV attraversa, dal momento del contagio al manifestarsi dell’Aids, tre fasi.

Ulteriori informazioni

#undetectable: Sieropositivo e non più contagioso?

In linea di massima, le persone sieropositive non sono più contagiose se seguono regolarmente una terapia antiretrovirale e la loro carica virale non è più rilevabile.

Ulteriori informazioni

Esami e controlli

Per le persone sieropositive è molto importante effettuare regolarmente dei controlli medici al fine di valutare lo stato di salute, il decorso dell’infezione da HIV e l’efficacia della terapia.

Ulteriori informazioni

Disagio psicologico

Per molte persone la diagnosi di sieropositività rappresenta uno shock e può provocare notevole disagio e insicurezza. Un sostegno professionale aiuta a gestire meglio i disagi conseguenti all’infezione.

Ulteriori informazioni

Coinfezioni

Se le persone sieropositive contraggono un’altra infezione sessualmente trasmissibile, il decorso di quest’ultima è generalmente più grave e l’infezione è più difficile da curare che nelle persone sieronegative.

Ulteriori informazioni